Verrua Savoia: come costruire una rete internet dal basso

Il modello da replicare

La Fortezza Sabauda di Verrua Savoia

Crediti: parcopotorinese.it

Ieri sera sono tornato dalla conferenza sulle Smart Communities che si è tenuta a Verrua Savoia (TO): l’obbiettivo era quello di presentare a tutti gli interessati le caratteristiche del modello messo a punto dall’associazione di promozione sociale Senza Fili Senza Confiniuna comunità di cittadini che si organizza per attivare sul territorio una rete di banda larga simmetrica (fino a 20 Mbit/s) attraverso ponti radio Hiperlan… e che ci riesce chiedendo ai propri utenti-soci solo €80 all’anno.

Locandina evento Verrua SavoiaUna rivoluzione se pensiamo al divario digitale che affligge le zone rurali e periferiche del nostro territorio: un sistema di questo tipo, senza scopo di lucro e autogestito, stravolge le dinamiche di connettività a cui siamo abituati. Pensare di poter creare e gestire una rete che viaggia a 20 Mbit/s e costa meno €7 al mese ha affascinato moltissime persone, tra cui il sottoscritto!

L’animatore e coordinatore di questa notevole iniziativa è il Prof. Daniele Trinchero del Politecnico di Torino: a lui, alla sua squadra e a tutta la comunità che ruota attorno a Senza Fili Senza Confini i miei complimenti per quanto fatto finora e i più sinceri auguri per tutto quello che riusciranno a realizzare in futuro!

Lavagna TrincheroL’analisi dei costi

Sul sito dell’evento, a breve, verranno pubblicati e distribuiti i materiali presentati al convegno. Ma il più interessante a mio avviso è lo spaccato (approssimativo) dei costi del servizio proposto da Senza Fili Senza Confini, di cui riporto schema qui sotto (e anche foto “live” dalla giornata di ieri 🙂

capitolo costo iniziale canone annuale
associazione 350 50
notaio 600 0
commercialista 1000 1000
punto di rete (antenne) 3500 300
licenza 0 600
banda all’ingrosso 3500 9200
energia 1000 500
totale + rischio 20% (*) 11940 13980
costo per persona (€) 66 78

(*) con “rischio 20%”, il Prof. Trinchero ha voluto quantificare un margine cautelativo (spese extra, manutenzione straordinaria, fulmini, etc.)

Questa qui sotto la mia presentazione che ho tenuto al Talent-Lab di Padova per proporre una replica del modello di Verrua Savoia nella Bassa Padovana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: